La lettera del Diavolo

Il mistero della Lettera del Diavolo è legato alla figura di suor Maria Crocifissa della Concezione (Isabella Tomasi 1645-1690), una monaca benedettina del monastero femminile di clausura di Palma di Montechiaro in provincia di Agrigento. Si narra che la suora nella notte dell’11 agosto del 1676 fosse stata visitata da un gruppo di demoni che la costrinsero a scrivere quella lettera.

Continue reading “La lettera del Diavolo”

Torre Cives e la leggenda di Gussen

Una antica leggenda parla di un amore tra due giovani, una prova da superare, creature incantate e un potente mago che fece scomparire un intero lago: questa è la storia di Torre Cives.

Continue reading “Torre Cives e la leggenda di Gussen”

Il ponte dell’Orco

Il Ponte dell’Orco è un ponte naturale composto da due giganteschi piloni rocciosi sopra i quali è collocato un gigantesco masso dolomitico. Si trova in Valsugana ad un’ora di cammino dal villaggio di Ospedaletto.

La leggenda narra che in tempi lontani un giovane pastore portò a pascolare il suo gregge di pecore lungo le pendici del monte Lefre. Un giorno, durante il rientro a valle, il giovane rimase bloccato insieme al gregge in una pendice dalla quale  era impossibile scendere. Sfortunatamente durante la notte un temporale aveva fatto franare alcuni massi sulla strada alle spalle del povero pastore quindi anche la risalita era diventata impraticabile.

Continue reading “Il ponte dell’Orco”

Il manoscritto Voynich

Il manoscritto Voynich, anche conosciuto come il libro più misterioso del mondo, è un codice illustrato risalente al XV secolo che a tutt’oggi non è ancora stato decifrato.

Il libro contiene immagini di piante che non sono riconducibili ad alcun tipo di vegetale conosciuto ed è scritto in un idioma misterioso che non appartiene a nessun sistema linguistico ed alfabetico conosciuto. Il manoscritto è conservato nella Biblioteca Beinecke dell’Università di Yale negli Stati Uniti, dove reca il numero di inventario Ms 408.

Continue reading “Il manoscritto Voynich”

Le fate dai “Pè d’Oca”

Nelle colline del Biellese antiche leggende raccontano di una misteriosa popolazione di stranieri che custodiva tecniche segrete per l’estrazione dell’oro. Questi stranieri in principio furono accolti con benevolenza dalle genti locali, ma presto l’avidità fece crescere il sospetto e la gelosia negli animi della gente. Quando con l’inganno si scoprì che gli stranieri custodivano un misterioso segreto vennero perseguitati e cacciati come mostri. Continue reading “Le fate dai “Pè d’Oca””

Il drago del lago Gerundo

Si suppone che il lago o mare Gerundo fosse una vasta distesa d’acqua stagnante e paludosa situata in Lombardia racchiuso tra quelli che oggi chiamiano fiume Adda e fiume Serio.

Non esistono fonti storiche che documentino questo misterioso specchio d’acqua. Il lago, infatti, è conosciuto grazie alla tradizione orale, ma secondo i dati geologici sembra che esso sia realmente esistito in età preistorica.

Disegno del Drago Tarantasio realizzato da Ulisse Aldrovandi  (Immagine by Wikipedia)

 

Le leggende popolari narrano che nelle acque del lago vivesse un drago.

Continue reading “Il drago del lago Gerundo”

Il misterioso Tilacino

La tigre della Tasmania

Si riteneva che il Tilacino si fosse estinto nel 1936, quando l’ultimo esemplare di questo marsupiale carnivoro mori in cattività nello Zoo di Hobart.

Meglio noto con il nome di ‘Tigre della Tasmania’ questo marsupiale dalla spaventosa apertura mandibolare fu oggetto di una spietata caccia che ha portato all’estinzione la sua specie.

Continue reading “Il misterioso Tilacino”

Villa Capriglio

I lavori di costruzione di questa villa liberty iniziarono nei primi anni del 1.700, mentre era ancora in costruzione fu venduta nel 1.746 a Giovanni Paolo Melina di Capriglio che portò a termine i lavori di costruzione completati nel 1.761.

La villa fu una delle tante residenze nobiliari presenti nei dintorni di Torino, location di balli e feste lussuose. Si narra che anche alcuni membri dei Savoia partecipassero alle feste organizzate dai padroni di casa. La  villa rimase di proprietà della famiglia Capriglio solo fino al 1.773, anno in cui morì l’ultimo discendente della famiglia.

Continue reading “Villa Capriglio”

Dagaz

Dagaz – un nuovo inizio

Rappresenta il completamento di un ciclo di transizione, una nuova vita sta bussando alle porte.

Si tratta di un cambiamento radicale, che a volte può manifestersi in modo improvviso come un’epifania improvvisa. La nostra vita ha raggiunto un punto di svolta, possiamo godere di quanto abbiamo desiderato: le azioni e i comportamenti adottati fino ad ora ci ricompensano con questo nuovo inizio.

Cambia il nostro modo di rapportarci con gli altri, non abbiamo più timori perchè abbiamo i mezzi spirituali e materiali per affrontare ogni avversità.

I problemi del passato vengono spazzati via, le occasioni bussano alla porta e noi siamo in grado di riconoscerle e di accoglierle nella nostra vita con gioia. Godiamo di quanto la vita ci offre e lo condividiamo con gli altri per migliorare il mondo.